Crea sito

Toro, non vinci mai. 2 successi in 20 partite come nell’anno della retrocessione

I numeri della stagione granata ricalcano l’andamento del terribile campionato di diciotto anni fa, culminato con la retrocessione. Dopo venti partite, oggi come nel 2002-03, sono solo due i successi della compagine granata (è record negativo nella storia del club) costretta ad un repentino cambio di passo per salvarsi.

Lo sprint salvezza doveva partire già ieri sera contro la Fiorentina, che in nove ha addirittura rischiato di vincere: due reti, di cui una annullata per fuorigioco, e un palo clamoroso sono bastate a frenare il Toro, che in casa non vince dal 16 luglio, Coppa Italia esclusa.

TURIN, ITALY – OCTOBER 05: Andrea Belotti of Torino FC disappointed during the Serie A match between Torino FC and Frosinone Calcio at Stadio Olimpico di Torino on October 5, 2018 in Turin, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images) *** Local Caption *** Andrea Belotti

La difesa prende gol da tutti: solo tre clean sheet per Sirigu.

La difesa, dove continua la giostra degli interpreti (ieri sono tornati Bremer e Buongiorno, al posto di Izzo e Rodriguez), subisce gol da chiunque e non può più contare nei miracoli di Salvatore Sirigu. Anche ieri sera il portiere non ha compiuto alcun salvataggio, bucato a più riprese da Vlahovic e Ribery. Solo Crotone, Parma e Spezia non hanno trovato il gol contro i granata, capaci di vincere però solo contro gli emiliani. Giampaolo era passato alla difesa a cinque con risultati comunque scarsi; Nicola dovrà trovare una quadra per limitare i danni lì dietro. Buongiorno ha dimostrato personalità e pulizia nel palleggio, mentre Bremer e Lyanco ancora non danno garanzie.

Torino 26/11/2020 – Coppa Italia / Torino-Virtus Entella / foto Image Sport nella foto: Alessandro Buongiorno

Il tabù dell’Olimpico e la Maratona che manca: Toro, così finisce come nel 2003.

La mancanza dell’apporto dei tifosi e della fantastica curva Maratona si è fatta sentire oltre ogni previsione. Il dodicesimo uomo in campo da ormai un anno è costretto a seguire la squadra sul divano, nel peggior momento del Torino di Cairo. Nel 2002-03 i granata del presidente Attilio Romero conclusero il campionato ultimi a quota 21 punti e dopo venti giornate avevano vinto solo due match (quattro in tutta la stagione). Proprio come oggi. Mister Nicola dovrà dare una sterzata decisiva, o l’esito a maggio prossimo sarà lo stesso di diciotto anni fa.

articolo di Filippo Cappelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: