Crea sito

Toro, è un Sanabria da record! Solo Falque come lui nelle prime 7 partite in granata

Il paraguaiano continua a stupire a suon di gol (finalmente pesanti). Il record-man che serviva al Toro.

Antonio Sanabria, paraguaiano classe 1997, un metro e ottanta centimetri di pura esplosività, un rapace d’area con il fiuto del gol. Eppure l’operazione da dieci milioni di euro con cui Cairo lo aveva prelevato dal Betis lo scorso febbraio aveva lasciato più di qualche dubbio nella tifoseria granata: solo tre reti in Liga, il covid che lo tiene fuori per più di venti giorni, la paura che sia difficile recuperare la condizione fisica in tempo. A spazzar via ogni pessimismo è stato lo stesso Tonny, che nelle prime sette partite ha segnato cinque gol fornendo un assist. Un impatto, quello del centravanti fedelissimo di Davide Nicola, che in pochi potevano immaginare.

Torino 14/03/2021 – campionato di calcio serie A / Torino-Inter / foto Image Sport nella foto: Antonio Sanabria

Cinque reti nelle prime sette partite. Solo Iago Falque come Sanabria nella storia del Torino.

Il primo indizio che il ragazzo scuola Barca ci sapesse fare con il pallone fra i piedi lo si vede nello spezzone di gara giocato a Crotone, dove il n°19 tira fuori dal cilindro una magia balistica da fuori area che fa saltare dal divano i tifosi, ma inutile ai fini del risultato (la partita finisce 4-2). Sanabria si ripete sette giorni dopo segnando all’Inter con un tap-in sotto porta da grande opportunista, spara a salve contro Sassuolo e Sampdoria, per poi tornare a colpire nella partita più sentita dell’anno: il derby della Mole. Il centravanti fa vedere i sorci verdi a De Ligt e Szczesny, mettendo a segno una storica doppietta, ventuno anni dopo quella di Marco Ferrante.

Antonio Sanabria, esulta con Vojvoda per la rete del 2-1 nel derby

Un nuovo stop contro l’Udinese serve solo a ricaricare le batterie per la sfida casalinga contro la Roma. La rete che il paraguaiano mette a segno al 10′ della ripresa riassume al meglio le sue caratteristiche: rapidità bruciante nello stretto, stacco imperioso di testa con anticipo su difensore e portiere. Con quella di ieri, fanno cinque centri nelle prime sette partite in maglia granata, un record che Sanabria condivide con il solo Iago Falque (stagione 2016-17) nella storia del club. I tifosi del Torino celebrano il loro nuovo bomber, che a suon di reti, finalmente pesanti, sta traghettando la squadra verso la salvezza. L’unico a non sembrare affatto stupito è il suo tecnico, Davide Nicola, che lo conosceva dall’esperienza di Genova e che ha spinto per il suo acquisto fin dal suo arrivo sulla panchina granata. Una fiducia ripagata al meglio dall’attaccante, che sta vivendo indubbiamente il momento migliore della sua carriera.

di Filippo Cappelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: