Crea sito

Parigini salva un giocatore in Ascoli-Salernitana

L’ex Toro soccorre l’avversario Dziczek colpito da un malore. Ora il ragazzo è fuori pericolo.

Dramma sventato per un soffio ieri pomeriggio allo stadio Picco di Ascoli, durante la partita di serie B contro la Salernitana. A pochi minuti dalla fine del match, il centrocampista degli ospiti Patryk Dziczek, in prestito dalla Lazio, è caduto a terra perdendo i sensi.

Il primo a precipitarsi a soccorrerlo è stato Vittorio Parigini, ex promessa del Torino, ora di proprietà del Genoa. L’esterno ha subito provveduto a tirare fuori la lingua di Dziczek, che era finita nel retro bocca:” Ero girato di schiena, avevo appena passato la palla a Cangiano, poi mi sono voltato, ho visto il ragazzo che si alzava e cadeva, Di Tacchio gridava e mi sono precipitato subito a tenergli la lingua» si legge su Tuttosalernitana.

Parigini soccorre Dziczek in Ascoli-Salernitana.

Come ha spiegato il medico sociale Epifano D’Arrigo, non si è trattato di un arresto cardiaco: “Il ragazzo ha avuto una crisi vagale, ma la causa scatenante non è stata appurata. Adesso saranno svolte ulteriori indagini. Si trova all’ospedale Mazzoni di Ascoli. Non c’è stato bisogno di utilizzare il defibrillatore. Non c’è stato arresto cardiaco, la lingua era andata nel retro bocca ed è stato rianimato dal punto di vista respiratorio. Si è trattato dello stesso problema registrato in allenamento, quando fu ricoverato in ospedale” ha sottolineato D’Arrigo, che fu il primo a soccorrere Dziczek in allenamento a settembre scorso.

Fonte: Gianlucadimarzio.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: