Crea sito

Lazio-Toro: l’Asl ha deciso, la Lega ancora no. Ecco i possibili scenari.

Il caso/Il dottor Testi conferma il divieto di partire per Roma. Ora la Lega ha davanti due strade: rinviare la partita o disporre il 3-0 a tavolino per i biancocelesti.

Nonostante siano risultati tutti negativi i tamponi e i giocatori siano tornati ad allenarsi individualmente al Filadelfia, la situazione in casa granata è ancora molto critica. Come riferito dal dottor Testi, direttore del dipartimento di Prevenzione dell’Asl Città Torino, alla Gazzetta dello Sport, la quarantena imposta al gruppo squadra finirà solamente alla mezzanotte di martedì prossimo, sempre che non emergano nuovi positivi dal secondo giro di tamponi. Ciò chiaramente impedisce al Toro di partire per Roma e scendere in campo contro la Lazio domani. A questo punto gli scenari possibili sono due.

Belotti e Parolo in Torino 3-4 Lazio

L’Asl si è schierata, ora la Lega deve prendere una decisione: rinvio o sconfitta a tavolino per i granata?

Con una presa di posizione così chiara da parte dell’autorità sanitaria locale, all’insegna della prudenza, soprattutto perché a minacciare la salute del Torino è la variante inglese di Covid-19, Lazio-Torino non potrà avere luogo domani sera. Ieri la Lega Calcio di Serie A ha richiesto dei chiarimenti all’Asl di Torino: se dal capoluogo piemontese dovesse arrivare la conferma del divieto di partire per Roma, due potranno essere le decisioni. Rinviare la partita, come già accaduto con Torino-Sassuolo, oppure decretare la sconfitta a tavolino ai granata, impossibilitati a violare la quarantena disposta dall’Asl. In questo caso però quanto già accaduto con Juventus-Napoli farà giurisprudenza: i granata avanzerebbero un ricorso che, accolto dalla giustizia sportiva, consentirà di recuperare il match contro i biancocelesti. La sentenza finale è attesa oggi pomeriggio.

di Filippo Cappelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: