La Stampa: “Rinnovare l’istinto da bomber la ricetta di Belotti per il Toro”

Il titolo/L’attaccante granata non segna su azione dallo scorso 29 gennaio, contro la Fiorentina. Dai suoi gol passa la salvezza del Toro.

Andrea Belotti è il simbolo indiscusso del Torino da almeno quattro anni, quando Sinisa Mihajlovic cinse il suo braccio destro della fascia di capitano che fu di Valentino Mazzola. Nella sua avventura in granata, il gallo ha segnato 104 reti in 222 partite – quasi un centro ogni due match – e nell’ultimo periodo si è riscoperto anche uomo assist, servendone ben 7 ai suoi compagni in questa stagione. A preoccupare però è il digiuno da gol su azione, che prosegue ormai da quasi tre mesi visto che l’ultima realizzazione del numero 9 fu contro la Fiorentina lo scorso 29 gennaio. Da allora solo tre reti in diciannove partite, di cui due realizzate su calcio di rigore (o sulla ribattuta, contro l’Atalanta). Un problema sottolineato anche dal quotidiano La Stampa.

Andrea Belotti

Sul giornale oggi in edicola si legge: “Rinnovare l’istinto da bomber la ricetta di Belotti per il Toro”. L’istinto del gol del gallo si è inceppato poco prima dell’arrivo in squadra di Tonny Sanabria, che ha insaccato ben 5 palloni nelle prime otto partite con la maglia del Toro. Ma la squadra di Nicola ha bisogno dei gol del suo capitano per raggiungere la salvezza, che dista ancora 9 punti. Anche perché delle dodici reti realizzate da Belotti in campionato, solo quella contro l’Udinese ha portato i tre punti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: