Crea sito

Cerci, lite in allenamento: l’Arezzo lo mette fuori rosa

Un litigio con un compagno costa ad Alessio un nuovo guaio. L’avventura in Toscana può finire qui (dopo soli 5 mesi).

Alessio Cerci è stato messo fuori squadra dall’Arezzo in seguito a un diverbio con un compagno più giovane. All’esterno ex-granata non sarebbe andata giù un’entrata in scivolata un po’ troppo ruvida – ma priva di cattiveria, come assicurano da Arezzo. Dell’episodio sul campo Cerci si è lamentato con i dirigenti della società aretina, che non hanno esitato a metterlo definitivamente fuori rosa. È stato l’ultimo di una serie di atteggiamenti sopra le righe, raccontano dalla Toscana, di un calciatore che non sembra essersi ancora calato nella realtà della serie C.

TURIN, ITALY – DECEMBER 08: Torino FC head coach Giampiero Ventura (L) issues instructions to Alessio Cerci of Torino FC prior to the Serie A match between Torino FC and SS Lazio at Stadio Olimpico di Torino on December 8, 2013 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Condizione fisica precaria, qualche risposta di troppo nei confronti dell’allenatore e battibecchi con la proprietà hanno portato a questo triste esito. Solo lo scorso ottobre Cerci aveva firmato un triennale con il Cavallino – con cui fin qui ha disputato solo quindici spezzoni e collezionato zero reti -, ma è difficile che la ferita possa rimarginarsi. L’avventura dell’esterno in Toscana è agli sgoccioli e in questo momento rimbombano nelle orecchie di tutti i suoi tifosi le parole pronunciate da Cerci il giorno della presentazione ad Arezzo: “Se a 33 anni sono in Serie C vuol dire che qualche errore l’ho fatto. Rimpianti? L’unica cosa che non rifarei è andare via da Torino nell’ultimo giorno di mercato“.

Alessio Cerci in allenamento con l’Arezzo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: