Cairo: “Soldi dall’Arabia? io dico bene…”

“Io dei sauditi dico bene”: così Urbano Cairo, presidente del Torino e ad e presidente di Rcs ha risposto ai giornalisti durante la presentazione dei palinsesti di La7. “Chi investe nel calcio, chi è portatore di investimenti, anche magari a livelli stratosferici – ha osservato -, inietta nel calcio risorse che possono essere poi investite per sviluppare il prodotto ne proprio Paese. Se c’è un giocatore che dalla xy va in Arabia Saudita e l’Arabia Saudita paga cifre importanti per acquistarlo, questi sono capitali che entrano per esempio in Italia e possono essere reinvestiti”. “E’ chiaro che ci sono delle esagerazioni che c’erano state anche dieci anni fa in Cina e poi si sono un po’ calmate. Poi tutto ritorna a livelli più equilibrati. Quindi dico ‘va bene’, c’è qualche esagerazione. Sono immissioni di denaro fresco anche per il nostro Paese e per il nostro calcio.Possono essere positive”. “Mi sembra che i sauditi stiano creando un loro campionato interno” e quindi che una superlega araba “sia una idea là da venire. E poi comunque avete visto che la superlega ha fatto una fine non brillantissima” ha concluso.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!