Bremer a ESPN: “Sono grato al Toro e a Mazzarri. Mercato? Per ora solo interessamenti”

L’intervista rilasciata dal difensore brasiliano dalle vacanze a Salvador de Bahia: “Il sogno di ogni calciatore è giocare la Champions, ma per ora sono felice al Torino”.

A livello personale, è stata una buona stagione e sono stato il difensore che ha recuperato più palloni, così nonostante le difficoltà della squadra ho avuto una buona continuità di prestazione“. Gleison Bremer si racconta a ESPN Brasile, fra passato e presente al Toro e la delusione per non essere rientrato nei convocati della Selezione Olimpica verdeoro: “Ho lavorato molto per essere tra le ultime scelte della Seleção olimpica, ma non è arrivata la chiamata. Penso che sia stato ingiusto rispetto a quanto ho fatto vedere in questi anni ma lavorerò affinché arrivi il mio momento in futuro”.

Gleison Bremer con la maglia del Torino

GLI ALLENATORI – Le ultime due stagioni al Toro sono state molto complicate e hanno visto succedersi sulla panchina ben quattro allenatori“Bisogna sempre adattarsi ad un allenatore nuovo che porta con sé le proprie idee e i propri schemi, ma noi abbiamo bisogno di regolarità e continuità. L’arrivo di Nicola è stato molto positivo; adesso vedremo con Jurić. A Verona ha fatto molto bene“. Poi una considerazione su Walter Mazzarri, il tecnico che ha lanciato il brasiliano in serie A: “Con tutti gli allenatori con cui ho lavorato mi sono trovato bene. Ho imparato molto con Mazzarri; al momento, è l’allenatore che mi ha segnato di più sportivamente e il Bremer di oggi deve molto a lui.”

IL DERBY – Bremer ha parlato anche della rivalità fra Torino e Juventus, evidenziando il divario economico fra le due squadre: “Torino e Juventus giocano due campionati differenti e ogni derby è uno scontro impari per quanto riguarda stipendi e valore della rosa, poi chiaramente in campo giochiamo sempre 11 vs 11 e tutto può succedere“.

Campionato di calcio Serie A TIM 2020/2021 – Stadio Olimpico Grande Torino Bremer Gleison (Sky Sport)

IL MERCATO – Una battuta finale sul futuro e sulle voci di mercato: “Gli agenti parlano e verificano proposte. Sono venuto a sapere di qualche interessamento ma per il momento nulla di concreto. Il mio contratto è in scadenza nel 2023. Il Torino mi piace molto, mi trovo molto bene. Sono un atleta giovane e ambizioso. A tutti piacerebbe giocare la Champions League e essere tra i migliori. Al momento giusto, spero di fare il grande passo. In ogni caso, sarò sempre grato al Torino”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: