Crea sito

Bassetti a TS: “Toro fermo per un mese. Vacciniamo i calciatori”

Il direttore del reparto malattie infettive all’Ospedale San Martino di Genova intervistato da Tuttosport:” Occorrerà tempo perché i granata tornino in forma”.

In un’intervista sull’edizione odierna di Tuttosport, il professor Bassetti parla della situazione critica in casa granata, fra covid-19 e lunghi tempi di recupero: “Direi che i problemi saranno più di ordine sportivo-atletico che sotto l’aspetto sanitario. I calciatori sono ragazzi allenati, fisicamente integri, controllati costantemente dai loro dottori, basti pensare ai tamponi a cui sono sottoposti ogni tre giorni secondo i vari protocolli, e quindi, salvo eccezioni, il decorso della malattia è solitamente breve e leggero. Semmai è l’aspetto atletico e agonistico che rischia di essere temporaneamente compromesso” ha continuato l’infettivologo genovese.

Nelle condizioni attuali, con la minaccia del virus inglese che incombe anche sulla Serie A, l’unica soluzione per Bassetti è la vaccinazione di massa:” La situazione migliorerà soltanto quando la stragrande maggioranza della popolazione sarà vaccinata. Purtroppo siamo indietro, troppo indietro, nella somministrazione capillare dei sieri ma spero che nelle prossime settimane ci sia un recupero importante su questo fronte“.

Matteo Bassetti, direttore del reparto Malattie Infettive dell’ospedale San Martino di Genova

Allarme Covid: il Toro come il Genoa di Maran. Ora il campionato rischia la paralisi.

Il Torino è solo l’ultima squadra di seria A ad essere colpita dal virus, per giunta nella sua variante inglese. Prima dei granata, il Covid si è abbattuto pesantemente sul Genoa, privando mister Maran di ben diciassette calciatori in un sol colpo e in modo più blando su tantissime altre squadre di A. A distanza di mesi, il difensore rossoblù Edoardo Goldaniga (intervistato da Tuttomercato.web) è tornato a parlare del caos di quel periodo, sottolineando come alcuni suoi compagni di squadra abbiano patito le conseguenze del virus per settimane.

Il Grifone poi con l’arrivo di Ballardini si è risollevato e almeno per il momento dorme sonni tranquilli, mentre il Toro si trova impelagato nella lotta per non retrocedere, solo due punti sopra il Cagliari (con una partita in meno). Certo è che con una situazione in continuo evolversi, c’è solo da augurarsi che i granata possano recuperare almeno alcuni titolari e tornare in campo, magari già domenica contro il Crotone. In caso contrario, il campionato di calcio rischia seriamente la paralisi.

di Filippo Cappelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: