Toro, nel 2022 in scadenza otto giocatori: Bremer, Singo e Belotti le prerogative.

La stagione appena iniziata sarà decisiva per il futuro dello zoccolo duro del Torino. Cairo proverà a rinnovare i tre pilastri di Juric, ma per molti altri c’è l’addio all’orizzonte.

Questo è un anno di transizione, l’ho detto a Juric: l’obiettivo è costruire“. Urbano Cairo ha così riassunto a mercato chiuso i piani della società di via Arcivescovado, che dopo due annate disastrose a livello di risultati (e non solo) sta tentando di risalire la china. Le difficoltà delle prime due partite, in cui il Toro non ha portato a casa neanche un punto, sono lo specchio di un’estate molto complicata per il club granata e per il calcio italiano in generale, vittima della crisi economica più grave degli ultimi trent’anni.

Per il Torino le cose si sono fatte ancor più dure, visti i pessimi risultati sul campo ottenuti negli ultimi due campionati e un debito con le banche che da tre anni fa chiudere il bilancio in rosso. E così non solo i tifosi si sono allontanati dalla squadra (solo tremila presenti al debutto stagionale in casa contro l’Atalanta), ma anche i giocatori più rappresentativi e vicini alla scadenza del contratto hanno manifestato dubbi sulla permanenza. Uno su tutti, Andrea Belotti, che ha preferito mettere in stallo ogni discorso con Vagnati e prendere tempo per riflettere: dall’andamento in campionato dipenderà la decisione finale del Gallo, che potrebbe arrivare anche prima della fine della stagione. Ma il tempo delle valutazioni arriverà anche per molti altri elementi della rosa.

Non solo Belotti: ecco i contratti che scadranno nel 2022.

Con quello di Belotti scadranno a giugno 2022 anche i contratti di Rincon, Baselli, Ansaldi e Gemello, senza contare che andrà presa una decisione sul riscatto dei cartellini di Pjaca, Praet e Brekalo, appena arrivati in prestito al Toro. Un anno più tardi, a giugno 2023, spireranno i contratti di Singo, Bremer, Verdi e Zaza e se per i primi due si getteranno le basi del prolungamento già in queste settimane, per gli altri si profila un futuro lontano da Torino. Le prerogative di Vagnati al momento sono blindare i tre pilastri della squadra di Juric, Belotti, Singo e Bremer. Baselli e Rincon potrebbero lasciare il club a zero a giugno prossimo, così come Ansaldi che ha rinnovato questa estate ma solo per un altro anno. Saranno mesi intensi sia dentro che fuori dal campo, in cui si deciderà il futuro del Toro.