Le pagelle di Toro Udinese 2-1

Foto: Faisal Hq

Milinkovic-Savic 6,5: il rilancio verso Belotti è precisissimo, è proprio il portiere serbo ad iniziare l’azione vincente granata. Fa una parata eccellente su Pussetto, che stava per piazzare il gol del pari. Un po’ in ritardo sul gran gol su punizione di Forestieri. Nel finale però sono fondamentali le parate su Arslan e Samardzic. 


Djidji 6+: grandissima lettura su Deulofeu, che si stava involando verso la porta granata. È decisamente in gara, ottimo anche l’apporto offensivo in contropiede. Scherma benissimo per ben due volte le conclusioni dei friulani (Zima 6: non sbaglia nulla e si mette in mostra per alcuni buoni anticipi). 


Bremer 7: il duello fisico con Beto è molto intenso, nel primo tempo l’attaccante avversario riesce a scappargli via pericolosamente un paio di volte, ma nel secondo tempo la storia è a senso unico (per Bremer). In un flipper incredibile segna l’importante gol del due a zero. 


Buongiorno 6+: la qualità principale del giovane difensore è quella di offendere subito dopo aver recuperato il pallone e lo fa notare spesso. Alla fine del primo tempo sbaglia un passaggio potenzialmente pericoloso, ma per fortuna non accade nulla di grave. Mura benissimo il tiro di Beto nel finale. 


Vojvoda 6+: fa il suo compito in maniera diligente, non molla un centimetro fino alla fine. Davvero buona la prima da titolare del kosovaro. 


Aina 6,5: disputa un primo tempo di buona intensità, alternando qualche errore in fase offensiva a buonissime giocate in fase difensiva (Singo 6+: molto utile anche a partita iniziata, la sua velocità risulta preziosa per mantenere il vantaggio). 


Lukic 6,5: nel complesso disputa una buona prova giocando davvero tanti palloni. A volte sbaglia qualche passaggio di troppo, ma non è il solo quest’oggi ad essere impreciso.


Pobega 6,5: a volte un po’ troppo irruente, però il suo apporto fisico (e anche tecnico) è notevole. Ottima l’accoppiata con Sasa. 


Brekalo 7: segna un gol pazzesco per esecuzione e precisione. Per il resto si distingue per impegno e qualità (Pjaca 6: non ha modo di incidere molto sulla gara). 


Praet 6: a sorpresa schierato nell’undici titolare, si vede un po’ meno. Deve forse ancora trovare la condizione giusta (Linetty 5,5: entra al 62′, è da un suo fallo piuttosto sciocco che l’Udinese rientra in partita realizzando una grande punizione). 


Belotti 6,5: assist di testa per il gran gol di Brekalo. Riesce più volte a rendersi pericoloso, ottimo nei continui duelli aerei con il capitano avversario. Errore non da lui quando, a tu per tu con Nuytinck e Silvestri, decide di cercare la gioia personale anzichè passarla al liberissimo Pobega (Zaza 5,5: entra per tenere lontana la palla dalla porta, ma non ci riesce molto. Viene ammonito per un fallo irruento su Samir). 


Juric 6,5: nel primo tempo il Toro passa in vantaggio cinicamente sfruttando la prima vera occasione. La gara è molto fisica, l’Udinese sa essere pericolosa e sfiora il pareggio almeno in un paio di occasioni. La palla a differenza di altre partite viene giocata poco a terra e gli errori in fase di impostazione dalle retrovie non sono poi così pochi. Nonostante tutto, il Toro non dà mai l’impressione di non avere la gara in pugno nella prima metà. Il secondo gol arriva dopo una mischia incredibile in area in cui Bremer trova la zampata giusta. L’Udinese torna poi in partita con la grande punizione di Forestieri e da qui comincia l’enorme sofferenza finale per i granata. Grazie all’impegno di tutti (e alle parate di Vanja), la squadra porta a casa i tre punti.

Stefano, Universo Toro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.