La Stampa: “Djidji gladiatore del Toro: un’altra scommessa vinta da Juric”

Rassegna stampa/Il quotidiano torinese mette in luce la crescita del centrale francese: “Uno che combatte nell’ombra, ma che difficilmente quest’anno perde un duello: completamente trasformato.

Koffi Djidji è forse la più bella sorpresa di questo Torino assieme a Vanja Milinkovic-Savic. La più bella e anche la più inattesa, viste le ultime stagioni passate in panchina o in prestiti poco convincenti. Dopo un difficile inizio di campionato, con due rigori causati contro Lazio e Venezia costati quattro punti al Torino, Djidji si è messo al lavoro al Filadelfia per migliorarsi sotto ogni aspetto e le prestazioni in campo ne hanno beneficiato molto. Contro l’Udinese è arrivata la prova più brillante del difensore ex Nantes, che ha arginato al meglio le scorribande di Deulofeu sulla fascia sinistra con ottime chiusure. E Juric può dirsi soddisfatto dell’ennesima scommessa vinta: “Koffi sta giocando bene dall’inizio del campionato” ha detto il tecnico nel post partita di lunedì.

Koffi Djidji, difensore del Torino

Il quotidiano La Stampa, oggi in edicola, ne mette in luce la crescita: ““Il difensore è diventato la sorpresa più inattesa. Contro l’Udinese ha fornito la sua prova migliore a suggellare una crescita continua. Così, adesso, a quasi 29 anni, Djidji si gode il suo primo vero momento di notorietà in Serie A, e Juric un’altra bella scommessa vinta: la più difficile visti i precedenti. Più forte di due fratture ravvicinate, al naso e di altrettanti errori ingenui contro Lazio e Venezia che sono costati due rigori e quattro punti persi, Djidji si sta scoprendo il gladiatore di questo Toro. Uno che combatte nell’ombra, ma che difficilmente quest’anno perde un duello: completamente trasformato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.