Juric: “La società ha scelto la strada dell’austerity, ma io e il mio staff non ne eravamo al corrente”.

La conferenza stampa del mister alla vigilia di Fiorentina-Torino.

Si è svolta oggi nel primo pomeriggio la conferenza stampa di Ivan Juric, che ha presentato così la sfida contro la Fiorentina: “Incontriamo una squadra molto forte, che a Roma ha fatto una bella partita pur con l’uomo in meno, ha tanti giocatori di talento. Sarà una partita tosta dove noi cercheremo di essere come siamo stati con l’Atalanta, propositivi e aggressivi e cercare di vincere più palloni possibili”.

SUL MERCATO – Fra una domanda e l’altra, il mister non ha nascosto la sua sorpresa di fronte al mercato piuttosto austero della società: “Quelle di Torino e Fiorentina sono situazioni diverse. I viola negli ultimi anni hanno fatto meglio del Toro. La Fiorentina ha ora intrapreso la strada degli investimenti, ha confermato giocatori come Vlahovic e Milenkovic che avevano tante offerte, il Toro ha invece intrapreso la strada dell’austerity, cioè tagliare costi in ogni modo a prescindere dalla forza della squadra, che è arrivata negli ultimi due anni a salvarsi all’ultima partita. E’ legittimo, l’unico problema è che io e il mio staff non eravamo a conoscenza dell’idea di prendere questa strada dall’austerity. Sono rimasto sorpreso, ma è legittimo, la società ha perso tanto sia per il Covid che per investimenti sbagliati sui giocatori. Così è più stimolante, perdendo giocatori importanti, prendendone in prestito, è una sfida allucinante. Non lo sapevo, ma lo accetto”.

SU POBEGA – Una battuta anche sul nuovo innesto del centrocampo, Tommaso Pobega“Un ragazzo che arriva in prestito secco, senza nessun diritto per noi, avevamo bisogno di un giocatore di questo tipo, quando è così accetti i compromessi anche se non è una cosa bella lavorare per altre società. Centrocampista totale, ha una bella prospettiva, ci potrà dare una grossa mano, può giocare sia da interno che più avanti”.

LE IMPRESSIONI SULLA PRIMA PARTITA – Con l’Atalanta si è fatta una grande partita, per modo di stare in campo e creare situazioni davanti alla loro porta, non è mai facile contro di loro, lo hanno dimostrato, spiace perdere punti in partite così, poche volte ho visto dominare contro l’Atalanta. C’è un gruppo che si applica, dopo la partita contro la Cremonese ha avuto una reazione importante, mi hanno dato una grande disponibilità”.