Juric: “Belotti non ci sarà per le prossime tre-quattro partite. Sono soddisfatto del mercato”

La conferenza stampa del tecnico del Torino alla vigilia del match contro la Salernitana.

E’ uno Juric molto più disteso quello che risponde alle domande dei giornalisti nella conferenza stampa di presentazione del match contro la Salernitana. I piemontesi sfideranno domani pomeriggio in casa i granata del sud, in quello che è già il giro di boa della stagione, dopo due settimane di stop causa Nazionali. Ecco le prime parole del tecnico del Toro, Ivan Juric: “Mancavano tanti giocatori, quelli che sono rimasti hanno lavorato anche bene direi. Da ieri abbiamo ricominciato a lavorare come prima“.

MERCATO – La pausa Nazionali è stata un toccasana per il Torino e per il suo tecnico, che ha così potuto lavorare con i nuovi arrivati come Brekalo, Zima e Pobega per quasi due settimane. E sul mercato, dopo il tour de force finale, Juric esprime un parere positivo: Il mercato? Sono contento di quanto ha fatto la società. E’ stato fatto un mercato diverso rispetto agli anni passati: abbiamo preso due giovani come Zima e Warming, uno già pronto e uno ottimo per il futuro. E abbiamo preso tutti gli altri giocatori in prestito, togliendo Berisha: sono ottimi giocatori e ci possono dare una grande mano”.

ZIMA E BREKALO – “La rosa è interessante, con tanti giovani – ha proseguito il tecnico granata – il mio obiettivo per il futuro è che crescano e che la squadra possa fare meglio rispetto agli ultimi anni, dimostrando che a Torino si può fare bene. Ci sono tanti giocatori giovani che possono lavorare bene, facendo anche ottimi risultati: Zima e Brekalo sono pronti, bene tutti e due come mentalità e come esperienza: hanno una conoscenza calcistica tale che permette loro di inserirsi bene”.

CAPITOLO BELOTTI – La nota negativa da registrare è l’annuncio dell’indisponibilità di Andrea Belotti, non solo per la partita contro la Salernitana. Juric ha infatti dichiarato in conferenza stampa: “La questione del rinnovo non lo condiziona. Lo condiziona lo stato fisico: non riesce ancora a correre per cui non lo avremo per le prossime tre o quattro partite. Lui è molto carico ma è molto dispiaciuto di non riuscire a dare il proprio contributo”.

PRAET E PJACA – Sul nuovo acquisto Dennis Praet e sul suo posizionamento in campo, Juric ha detto: “Può giocare sia da interno che da trequartista. Sicuramente è più offensivo, ha fatto allenamento solo oggi con noi. Se gli spieghi due cose riesce ad inserirsi, confido in questo”. Pjaca? Contro la Fiorentina abbiamo fatto una brutta partita in generale, non credo che un giocatore solo potesse cambiare. Domani giocherà o lui o Brekalo.