Brek(alo) dance: così Josip si è preso il Toro

Il trequartista croato è diventato il capocannoniere della squadra di Juric: dribbling, lampi di genio e qualità al servizio del gruppo.

Che Josip Brekalo ci sapesse fare con il tiro da fuori area non lo scopriamo certo adesso – a settembre, in una delle sue ultime partite con la maglia del Wolfsburg segnò una rete fantastica contro l’Union Berlin – ma il suo apporto in fase offensiva sta dando nuova linfa alla squadra di Ivan Juric. Il gol contro l’Udinese ha spazzato via le critiche delle ultime settimane, in cui il n°14 aveva peccato di lucidità sotto porta, e consegna al Toro tre punti fondamentali. L’importanza di Brekalo negli schemi di Juric è data dal suo impiego in campo: dal suo arrivo sotto la Mole ha saltato solo due partite per infortunio, contro Sampdoria e Spezia, partendo quasi sempre titolare negli otto incontri disputati e restando in campo per quasi il 70% del minutaggio totale. I suoi tre gol contro Venezia, Genoa e Udinese hanno fruttato sette punti alla compagine granata, che ora si gode il suo nuovo capocannoniere (alle sue spalle Belotti, Pobega, Bremer, Sanabria e Pjaca tutti a due centri).

Brekalo rivela: “Il gol contro l’Udinese? Schema provato al Fila”

E le dichiarazioni del trequartista croato post vittoria contro l’Udinese ai microfoni di Torino Channel hanno dato merito anche a Juric per l’azione che ha portato al gol del n°14: “Sono stato molto felice di aver segnato di fronte ai tifosi. Il mio gol? E’ stato un momento magico, frutto di uno schema provato in allenamento: cercare Belotti in profondità e arrivare primi sulla seconda palla. Lui è stato bravo a fornirmi quel pallone e io ho calciato di prima cogliendo di sorpresa gli avversari. Sono contento che sia stato un gol che ha aiutato la squadra a vincere”. Il Torino inizia a pensare al riscatto del cartellino del giocatore, per cui dovrebbe versare ben 11 milioni nelle casse del Wolfsburg. Non proprio noccioline, ma con un Brekalo in questa forma potrebbe essere un investimento decisamente oculato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.